Tag Archive | "sanzione"

Tags: , , , , , , , , ,

Ricorsi contro le multe:
dal 1° gennaio si pagano
38 euro di contributo

Publicato il 21 dicembre 2009 by Marta Colombo

Come di consueto, con l’arrivo del nuovo anno arrivano anche gli aumenti dei prezzi e nuovi “balzelli”.

E’ notizia di oggi (ilsole24ore.it) che dal 1° gennaio 2010, con la nuova Finanziaria verrà introdotto l’obbligo di pagare il “contributo unificato” anche per i ricorsi contro le multe.

Il “contributo unificato” ha sostituito, da poco meno di un decennio, le marche da bollo che andavano applicate sugli atti giudiziali. Si tratta di un pagamento che viene effettuato da chi inizia la causa, al momento della sua iscrizione a ruolo presso l’Autorità Giudiziaria.

Ll’importo del contributo varia a seconda del valore della causa (si va da un minimo di 30 euro fino al massimo di 800 euro).

Finora i ricorsi contro le sanzioni amministrative erano esenti dal contributo unificato, ma sembrerebbe proprio che dal ° gennaio le cose cambieranno.

Il senatore Elio Lannutti (molto noto perché Presidente dell’associazione di tutela dei consumatori Adusbef), ha chiesto di «eliminare il pagamento del contributo unificato nei giudizi di opposizione a ordinanze-ingiuzione di pagamento di sanzioni amministrative per non limitare il diritto dei cittadini di agire in giudizio per la tutela dei propri diritti nel rispetto dell’articolo 24 della Carta costituzionale».

Infatti, per impugnare dinanzi al giudice di pace una multa per violazione del Codice della strada, il cui importo medio è di circa 70 euro, il ricorrente deve versare il contributo unificato minimo di 30 euro e la marca da 8 euro per il rimborso forfettario dei diritti di cancelleria: in tutto 38 euro (per risparmiarne 70).

Se la norma verrà approvata è facile prevedere, quindi, che aumentino notevolmente i ricorsi ai Prefetti (per i quali non si paga nulla), mentre probabilmente diminuiranno quelli ai Giudici di Pace, almeno per le multe di importo basso.

Commenti (5)

Tags: , , ,

I pedoni non hanno sempre ragione

Publicato il 16 giugno 2009 by Marta Colombo

Brutta avventura per un signore di Massa che aveva attraversato la strada lontano dalle strisce pedonali: non solo è stato investito da un’auto ma, oltre alle lesioni fisiche subite, si è visto recapitare dal Comune di Massa anche una multa per violazione del codice della strada per «aver attraversato la carreggiata senza servirsi dei passaggi pedonali».

La sanzione è stata poi confermata dalla Cassazione con la sentenza n.11421.

A questo proposito ricordiamo che, in base al Codice della Strada (art.190), i pedoni devono attraversare servendosi degli appositi attraversamenti pedonali, e la violazione di questo obbligo comporta una sanzione da €.23 a €.92.

Solo se non ci sono strisce pedonali o semafori a meno di 100 metri di distanza, il pedone è autorizzato ad attraversare ma deve evitare qualsiasi situazione di pericolo e dare la precedenza ai veicoli.

Commenti (4)

Advertise Here
Advertise Here

Consulenze on-line

MartaColombo.it usa Paypal come metodo di pagamento delle consulenze on-line. Paypal è un metodo di pagamento sicuro, veloce e garantito!

Mandaci la tua domanda

Mandaci la tua domanda per la sezione domande e risposte qui.